Arrampicata  <<pag.1    <<pag.2   <<pag.3   <<pag.4  <<pag.5   <<pag.6    pag.7
  Ultime salite: foto e relazioni contatti link webdolomiti.net
Home Vie Moderne Vie Classiche Escursionismo Scialpinismo Sfondi Desktop

Nome Salita: Via La Misura del Tempo
Regione: Veneto
Zona: Canale del Brenta - Monte Pubel - Parete del "Generale"
Partenza da: Valstagna
Sviluppo
: circa 350m

Salita a: Sud-Est
Discesa (salita): sentiero
Difficoltà: 6a obbligatorio con un breve tratto di A0
(in libera difficoltà fino al 6c+)
Informazioni: da Francesco Leardi

E' una fredda giornata di novembre, qualche incertezza si insinua fra i nostri pensieri: rimandare la partenza ?
No, non sarà certo un po' di freddo... La scelta si è rivelata giusta: il sole al mattino arriva presto e riscalda la parete per gran parte della giornata.
Abbiamo attaccato la Via alle 9.30: temperatura piacevole, roccia tiepida. Forse, il periodo migliore per questa salita, è proprio la fine dell'autunno. Sono da evitare le stagioni più calde.

La Via è impegnativa: la maggior parte delle lunghezze presenta difficoltà sostenute, i tiri più facili richiedono attenzione perchè non ancora completamente ripuliti. Sul traverso erboso (settimo tiro) ho staccato un grosso masso con conseguente volo che, fortunatamente, non ha avuto alcuna conseguenza.

Le protezioni sono ottime, l'arrampicata è piacevole. Per la libera completa è richiesto un buon allenamento. 6b e 6c non sono regalati ! Si arrampica prevalentemente in placca e, per quel che ci riguarda, accompagnati da un tiepido sole.

Re...Spiro Streghe


Ripetizione e Foto di: Amos e Andrea

MONTE PUBEL O CROCE DI SAN FRANCESCO m.1122
PILASTRO DEL “GENERALE”

Solare pilastro visibile in prossimità dell'abitato di Solagna percorrendo la statale della Valsugana SP47 da Bassano a Trento. Detto pilastro diventa ben distinguibile salendo per la strada da Valstagna a Foza.
Il pilastro è posizionato sulla destra della parete del sole nascente diviso da questa, sulla sinistra, da una rampa-canale percorsa dal sentiero di accesso alle vie della suddetta bastionata.
Sulla destra del pilastro si snoda invece il sentiero attrezzato PDZ (Pierino della Zuanna) che dal fondo della valle parte dal tornante 2 della strada Valstagna-Foza in località Lebo e sale alla sommità del monte Pubel.
Il pilastro è denominato “del Generale” in riferimento alla panchina posta sulla sommità (dove arrivano la Via ed anche il sentiero PDZ) denominata appunto “Panchina del Generale”, posto panoramico superbo e ideale per sosta relax a fine Via.

Accesso: Vedi pdf dettagliato a fondo pagina. Per chi non conosce la zona è consigliabile partire dall'alto. Arrivati a Foza dirigersi alla chiesetta di S. Francesco. Da qui ci si incammina verso il Piazzale della Croce (strada sterrata) e quindi si imbocca l'evidente sentiero Pierino della Zuanna in discesa. Arrivati alla "panchina del generale" a sinistra (faccia a valle) per ferrata.

Materiali: Due corde da 60m, 12 rinvii e eventualmente un paio di cordini per protezione su alberi.

Via “La misura del tempo”

Aperta in più riprese dal basso nel Settembre/Ottobre 2018

da Francesco Leardi C.A.A.I. Gruppo Orientale
Per i primi 6 tiri coadiuvato da: Francesco Moscato C.A.I. Padova - Valerio Ranzato C.A.I. Camposampiero -
- Denis Tonello C.A.I.Cittadella. Dalla sosta 6 in poi con Jacopo Guderzo.


L’itinerario segue bellissime placche inizialmente in obliquo a destra per portarsi alla base della zona più erbosa del pilastro e la evita per traversare a sinistra e imboccare la parte rocciosa della parete che si segue fino alla sommità (70 metri sotto la “panchina del Generale”).
Via totalmente attrezzata a spit da 10 e qualche chiodo normale; predisposta dalla sosta 6 anche per eventuali calate in doppia (la prima da 60 metri nel vuoto e la seconda da 50 metri).
L’itinerario è stato ripulito ma comunque richiede attenzione ancora per qualche tratto instabile e richiede una certa capacità alpinistica.

Difficoltà: 6a obbligatorio con un breve tratto di A0 (in libera difficoltà fino al 6c+)

Sviluppo: circa 360 m.

1) Salire la fessuretta, traversare orizzontalmente a destra e risalire alla sosta(5a/6a+/5c) S1-20 m.
2) Direttamente per poi traversare a destra per imboccare una bella fessura che si segue uscendo a destra alla sosta(5a/5c/6a) S2-20 m.
3) A destra per placchette oblique fino alla sosta ben visibile(5b/6a/5b). S3-20 m.
4) Direttamente per il diedro accennato superando due successivi strapiombetti(5c/6a/6b). S4-30 m.
5) Sopra la sosta e poi a sinistra, quindi a destra superando un piccolo aggetto. Direttamente in leggero obliquo a destra per placche stupende ad un espostissima sosta (5c/6b/6a/5c). S5-35 m.
6) Placchetta boulderosa, poi placche stratificate uscendo a sinistra su rocce più semplici(n.b. prestare attenzione al blocco sopra la sosta utilizzabile bene in appoggio per i piedi ma non in trazione)(6b/6a/6a+/5c). S6-30 m.
7) Orizzontalmente a sinistra per saltini rocciosi(2) e poi traverso orizzontale su cengia erbosa ad un albero con cordoni e spit S7-20 m.
8) Verticalmente alcuni metri su saltini erbosi(una corda fissa agevola il tratto) poi verticalmente per placchette e strapiombi alternati a tratti più semplici fino ad un gradino sotto una compattissima placca(6a+/6b/5c/6b/5a/5c). S8-45 m.
9) Direttamente per la difficile e bella placca uscendo a destra e dopo un ultimo gradino giungere ad un bel ballatoio(A0 o A1 /6a continui-in libera 6c+). S9-20 m.
10) Salire gradini rocciosi intervallati da cenge roccioso erbose verticalmente(attenzione a non smuovere sassi).(5b/4a). S10-30 m.
11) A destra un ripido e breve saltino poi facilmente per cenge roccioso erbose(attenzione a non smuovere sassi).(5b/2). S11-25 m.
12) Direttamente per la placchettina ad un alberello poi decisamente verso destra ad una grossa clessidra. Verticalmente per un verticale e difficile diedrino e quindi rampetta erbosa alla sosta(5b/5c/6a). S12-40 m. Attenzione allo scorrimento delle corde).
13) Direttamente per una placca ad una prima cengia poi un ulteriore risalto porta alla fine della via(4b/4c). S13-25 m.

Discesa (anzi risalita): Dall’ultima sosta risalire per tracce e saltini rocciosi alla panchina del Generale dalla quale si affronta il ritorno all’auto.

Note:
a) La Via merita senz'altro una ripetizione, l'arrampicata richiede un buon allenamento e, non essendo ancora completamente ripulita, attenzione nei tratti più facili.
b) Nel tiro di 6c+ non si azzera banalmente da spit a spit. Forse, l'obbligatorio di 6a, è un po' stretto.
c) Dopo l'ultimo tiro conviene rimanere legati fino alla "panchina del generale" (circa 70 metri).

A...spIttando il giro
Corto Maltese
Neve d'Autunno migliorata
Concordia
Misura del Tempo

Commenta Salita
Leggi Commenti
per la stampa




Arrampicata  <<pag.1    <<pag.2   <<pag.3   <<pag.4  <<pag.5   <<pag.6    pag.7