Arrampicata   <<pag.1    <<pag.2   <<pag.3   <<pag.4  <<pag5   pag.6
  Ultime salite: foto e relazioni contatti link webdolomiti.net
Home Vie Moderne Vie Classiche Escursionismo Scialpinismo Sfondi Desktop

Nome Salita: Via "Il cuore d'oro"
Regione: Trentino
Zona: Ceniga Arco
Partenza da: Maso Lizzone

la Via richiede anche l'uso di protezioni veloci (nuts, friends)

Sviluppo: circa 330m
Salita a: Est
Discesa: per sentiero degli scaloni
Difficoltà max: 7°-
Informazioni: dal sito www.arrampicata-arco.com
e dalla guida "Pareti del Sarca" di Diego Filippi

Dicembre dovrebbe essere uno dei mesi più freddi dell'anno. Invece, oggi 20/12/2015, la salita si sarebbe potuta effettuare anche con abbigliamento estivo, condizioni ideali.
Il nome "cuore d'oro" deriva dalla colorazione giallo-rossastra della roccia che, nella parte centrale, assume la forma di un cuore.
Il "cuore d'oro" è ben visibile dall'agriturismo di Maso Lizzone.
A prima vista sembra impossibile salire senza artficiale: i grandi tetti, gli strapiombi, le placche verticali che si vedono dal basso sembrano precludere qualsiasi possibilità di arrampicata libera. In realtà la difficoltà massima si trova nel superare due piccoli tetti (VI+, VII-).
L'arrampicata libera è sempre piacevole, elegante e di soddisfazione.
La Via è ben protetta ad esclusione di qualche tratto dove comunque si può integrare facilmente con friends o nuts.
Noi, per prudenza, avevamo preso una frontalina per il rientro. Non è servita, quando siamo tornati alla macchina c'era ancora il sole.

Il cuore d'oro

Ripetizione e Foto di: Amos e Laura

Via "Il cuore d'oro"  aperta dal basso da Heinz Grill - Florian Kluckner - Sigrid Königseder    il 16 gennaio 2009

Tiri 13 - difficoltà max 7°- azzerabile, obbligatorio VI-

Attacco:
Parcheggiare a Ceniga (frazione di Dro) o nei pressi del Ponte Romano. Da qui, in pochi minuti, per stradina pianeggiante, si arriva a Maso Lizzone. Proseguire in corrispondenza dell'agriturismo verso il Sentiero degli Scaloni (Cavre) e percorrerne un breve tratto attrezzato fino ad incontrare tre ometti consecutivi. L'attacco della Via si trova qualche metro dopo (scritta alla base). Vedi foto.

Materiali: Due corde da 60m, 10 rinvii, cordini per le soste e per allungare qualche protezionei, tre o quattro friends medio piccoli e un paio di nuts piccoli.

Considerazioni:

L1 Tiro forse un po' sprotetto. Ho usato un friend medio e un nut piccolo.

L4 - L5 - L6 Siamo all'interno del "cuore d'oro"... Tre tiri stupendi: passaggi delicati e anche qualche passo atletico nel superamento di due piccoli tetti.

L12 Siamo ora sul "pilastro d'oro": diedro giallo a gocce molto bello.

L13 Placca finale. Facile e divertente.

La relazione scritta dettagliata tiro per tiro si pu trovare qui: www.sassbaloss.com/

Discesa Usciti dalla Via proseguire comodamente per circa 60m fino ad incrociare il sentiero attrezzato degli Scaloni (Cavre). Questo, conduce a Maso Lizzone. In tutto 30/45min

Note:
a) Il pdf preso dal sito www.arrampicata-arco.com La foto 2 dalla guida Pareti del Sarca di Diego Filippi
b) Tutte le soste sono ottime e comode.
c) La roccia da buona a stupenda su tutti i tiri.
d) Il tiro 10 e il tiro 11 si possono unire, non ci sono problemi di attrito delle corde.
     Le lunghezze diventano 12 come riportato nel sito sassbaloss.com

La Piccola Verticalità
Doctor Luis
Pordoi Plaisir
Momo
Nikotina
Nuvole Bianche
Pantarei
Penelope
Helena
Ape Maia
Athene
Parigi 2015
 
 
 
Commenta Salita
Leggi Commenti
per la stampa
Arrampicata   <<pag.1    <<pag.2   <<pag.3   <<pag.4  <<pag5   pag.6