Home Dolada Teverone Venal Messer Sestier Cimon di Palantina Skialp Alpago 22/03/2019 - 23:48:50

rock Alpago - MONTE MESSER (2230 M.) / GRUPPO COL NUDO-CAVALLO

Con la primavera 2011 sono fiorite due nuove vie lungo la parete Nord-Ovest del monte Messer (2230 m). In maggio è stata aperta la via Diretta degli Amici che, nel mezzo del “Portale”, a metà tra le vie “De Felip” e “Saviane”, supera un sistema di tetti con arrampicata mista in libera e artificiale. Successivamente, lungo la cresta nord-ovest, dalla linea esteticamente impeccabile, è stata aperta la via Sulla coda del Drago, su terreno infido, precario ma in ambiente ricco di echi dell’alpinismo più “classico”….

- Via Diretta degli Amici, 220 m., VI A3. Soste attrezzate.
Roccia buona. Qualche chiodo di passaggio. Itinerario che richiede un’arrampicata mista, in terreno vario, con fessure fuori misura e un traverso-chiave all’uscita del tetto, su cui sono rimasti un chiodo e un copperhead lungo una microfessura, con uscita finale in libera “di gancio”. Portare friends grandi e chiodi a lama corti.
1.a ascensione maggio 2011, José Luis Sasot, Francesco Barattin e Maudi De March.

- Via Sulla coda del drago, 450 m, V “mobile” (= assai friabile).
La difficoltà della via non sta tanto nel grado quanto nella precarietà della roccia. Qualche chiodo di passaggio. Nella parte alta vi sono delle soste attrezzate (lasciati alcuni chiodi e 3 spit). Tra la cresta bassa e il salto finale c’è da fare una calata (attrezzata) di circa 20 metri. Portare chiodi fini.
1.a ascensione giugno 2011, José Luis Sasot, Francesco Barattin e Maudi De March.

rock Alpago - MONTE MESSER (2230 M.) / GRUPPO COL NUDO-CAVALLO / ALPAGO

Tra l’ottobre 2009 e il giugno 2010 sono state aperte, lungo la parete nord-ovest del monte Messer (2230 m., gruppo Col Nudo-Cavallo, Alpago) due nuove vie. La prima è dedicata a Dario De Felip, pilota del “Falco” Suem precipitato a Rio Gere (Cortina) nell’agosto 2009. La seconda ricorda la figura di Benito Saviane, alpinista e montanaro di esemplare spessore umano, cui è stata intitolata la Sezione Cai Alpago.

A. Via Dario De Felip, 250 m, V-. Tutte le soste sono attrezzate. Roccia buona. Portarsi friends e dadi.
1.a ascensione 30/10/2009, José Luis Sasot, Francesco Artuso e Maudi De March.

B. Via Benito Saviane, 270 m., VI. Soste attrezzate anche per calate. Roccia molto buona. Portare friends e dadi.
Primo tiro (V+, VI) evitabile.
1.a ascensione 5/06/2010, J.L. Sasot, Roberto Manarin e M. De March.

* Per gli schizzi delle vie e ulteriori informazioni, contattare il Cai Alpago.

Invernali Alpago - MONTE MESSER m. 2230 - PARETE Nord Ovest

7. Goulotte alla Cima dei Noni:
150 m., 60°, relaz. salita J.L. Sasot – F. Artuso – D. Piazza, inverno 1995.

8. via Benito Saviane:
270 m., V+ e VI, 5 giugno 2010, J.L. Sasot-R. Manarin-M. De March
[altri dati: rivista Cai novem.-dicem. 2010]

9. via Dario De Felip:
250 m., V, 30 ottobre 2009, J.L. Sasot-F. Artuso-M. De March [come sopra].

Invernali Alpago - Monte Messer m. 2230 - PARETE Sud Ovest - Brutt Pass m.2155

10. via Classica sud-ovest: 800 m., 50°.

11. Canalone sud-ovest _ via Buzzi Baldan (25 aprile 1962):
800 m., V misto, 65°, relaz. salita invernale J.L. Sasot - M. De March, dicembre 2009.

12. (variante “Sciosele in fuga”):
250 m., 65°, III, 1. ascensione R. Manarin – J. L. Sasot, febbraio 2006. La variante può esser utile nel caso le condizioni non permettano i passaggi sui salti di roccia della Buzzi-Baldan.

MONTE BRUT PASS m. 2155
13. via P. e D. Sommavilla:
1.a ascensione 20 settembre 1964, relazione in Guida dei Monti d’Italia - Dolomiti Orientali - vol. II

14. Canalone sud-ovest alla Forcella Messer:
relaz. in G. dei Monti d’Italia - D. Orientali - vol. II