Scrivi salita  |  Home 

   
Nome amos e andrea
Data 15/10/2017 - 14:42:24
Email
Nome Salita arrampicata: A...spIttando il giro
Messaggio 14/10/2017 Monte Pubel: Via A...spIttando il giro
Il confronto con la vicina Via Il respiro delle Streghe viene spontaneo.
Già dal primo tiro si capisce che la Via Aspittando il giro sarà più difficile: il tetto in A0 non si supera in libera. Il resto del tiro è caratterizzato da una serie di piccoli strapiombi non facili se fatti in libera.
Tutte le lunghezze della Via Aspittando il Giro sono impegnative, tanti i passaggi su piccoli strapiombi che richiedono forza e tecnica. Alcuni passi sono obbligati.
I miei pensieri sul tratto finale:'o finisce la Via o finiscono le mie energie !' Per fortuna è terminata la Via

Le ripetizioni sono numerose: davanti a noi c'era una cordata a tre che abbiamo seguito fedelmente. La relazione è rimasta nel taschino.
Da non perdere...

   
Nome Davide Prevato
Data 09/10/2017 - 09:34:33
Email montanaro78@libero.it
Nome Salita il "Re...Spiro" delle streghe
Messaggio Complimenti agli apritori per la logica delle linea trà i tetti e il friabile del giallo andando a toccare roccia quasi sempre buona..GRAZIE!
Richiede sicuramente, in alcuni tratti, un pò di delicatezza...

   
Nome amos e andrea
Data 01/10/2017 - 23:08:58
Email
Nome Salita Arrampicata: "Re...Spiro" delle Streghe
Messaggio 30 settembre 2017
CANALE DEL BRENTA Monte Pubel: Via "Re...Spiro" delle streghe

Impeccabile, divertimento assicurato... .
Non mi capita spesso di valutare così una salita. Eppure, la bellezza di alcuni tiri, le ottime protezioni con spit, l'avvicinamento in discesa e non ultima la puntuale descrizione dell'itinerario meritano queste considerazioni.
La Via, a seconda dei gusti, si può percorrere interamente in libera (qualche passo di 6c e di 6b+) oppure azzerando agevolmente i passi più difficili. L'arrampicata è continua e sostenuta a volte faticosa.
Le ripetizioni sono numerose nonostante sia passato poco tempo dall'apertura: molte le pagine già scritte sul libro di Via.
Da non perdere...

   
Nome Giampiero Dotto
Data 14/09/2017 - 15:19:47
Email giampierodotto@gmail.com
Nome Salita Escursionismo Alta via dei Rondoi
Messaggio Sabato 9 settembre 2017 ho fatto l'alta via dei Rondoi ma in senso antiorario, cominciando quindi dal Cimon dei Furlani per finire con il Tremol.
Per salire il Colombera si può seguire il percorso tradizionale indicato nella relazione nell'altro senso o invece seguire la cresta. Sono entrambi ottimamente segnati in rosso, e il percorso di cresta è attrezzato con una corda fissa. In salita divertente arrampicata tra roccia solida e zolle erbose.
Non ho foto perché il tempo era pessimo.
In Alpago si sono tanti percorsi segnati e poi andati in disuso, come la nord del Dolada o la cresta sud-est del Teverone.
Spero di essere stato utile, buone passeggiate
Giampiero dotto

   
Nome amos e andrea
Data 28/08/2017 - 20:39:08
Email
Nome Salita Piramide Armani: Via Saturno
Messaggio 27/08/2017 Piramide Armani (Vallaccia): Via Saturno
Non è stato un giorno da pecora ! Anche se, per completare Saturno, ci mancavano ancora quattro tiri.
Purtroppo, non conoscendo la parete, dopo l’ottavo tiro abbiamo sbagliato Via.
Ci siamo infilati sulla Via Tre Diedri senza chiodi e martello, con conseguente perdita di un sacco di tempo.
La relazione parlava di una serie di fessure noi, abbiamo preso per buono il diedro fessurato a un paio di metri di distanza da Saturno. Solo successivamente abbiamo visto sulla destra i cordini della nostra Via ma ormai era troppo tardi … Ci siamo dovuti calare.
Preoccupava il tetto del quinto tiro: con una doppia si finiva nel vuoto.
Sarebbe stato facile raggiungere l’ancoraggio successivo ?
Verso la fine dell’ ottavo tiro (quello facile) avevo notato una sosta con molti chiodi e un gambetto di calata. Ho subito pensato : “qui devono esserci delle calate indipendenti altrimenti questa sosta non ha senso.” In effetti , era vero: dall’ottavo tiro con un po’ di doppie attrezzate si arriva agevolmente alla base della parete evitando il tetto. Gli ancoraggi sono tutti sicuri.
Saturno è una Via diversa da quelle che propongo solitamente sul mio sito.
Non ci sono spit lungo i tiri. Le protezioni sono, per quanto possibile, quelle naturali che la roccia permette: cordini su clessidre e qualche chiodo. Solo sulle soste (non tutte) si trovano degli anelli fissati con tasselli da 10mm.
Stupende placconate con buchi caratterizzano la Via, non solo..., fra l'altro bella anche l’uscita dal tetto del quinto tiro.
Arrampicata di gran soddisfazione; difficile: i gradi proposti non sono regalati, psicologica: le protezioni sono spesso lontane.
Attenzione !
Saturno è valutata R3. Significa: difficilmente proteggibile o protetta con protezioni non sempre buone e distanti, lunghi tratti obbligatori. Volo con possibile infortunio ma senza conseguenze letali …
Valutare bene fin dove può arrivare il divertimento !

 

  Record da 11 a 15 su 398

Primo Indietro Avanti Ultimo