Scrivi salita  |  Home 

   
Nome amos e andrea
Data 18/11/2018 - 09:26:36
Email
Nome Salita Arrampicata: La Misura del Tempo
Messaggio 17/11/2018 - Valsugana - Monte Pubel (Croce di S.Francesco)

- Pilastro del Generale: Via La Misura del Tempo

E' una fredda giornata di novembre, qualche incertezza si insinua fra i nostri pensieri: rimandare la partenza ? No, non sarà certo un po' di freddo... La scelta si è rivelata giusta: il sole al mattino arriva presto e riscalda la parete per gran parte della giornata.
Abbiamo attaccato la Via alle 9.30: temperatura piacevole, roccia tiepida. Forse, il periodo migliore per questa salita, è proprio la fine dell'autunno. Sono da evitare le stagioni più calde.
La Via è impegnativa: le difficoltà sono sotenute nella maggior parte dei tiri e quelli più facili non sono ancora completamente ripuliti. Prestare attenzione! Sul traverso erboso ho staccato un grosso masso con conseguente volo che, fortunatamente, non ha avuto alcuna conseguenza.
Le protezioni sono ottime, l'arrampicata è piacevole. Per la libera completa è richiesto un buon allenamento. 6b e 6c non sono regalati ! Si arrampica prevalentemente in placca e, per quel che ci riguarda, accompagnati da un tiepido sole
Fra qualche giorno, sul sito, foto e relazione.

   
Nome adriana, andrea e c.
Data 06/10/2018 - 19:19:55
Email
Nome Salita Arrampicata: Via Concordia
Messaggio 05 ott. 2018 Parete S.Paolo (Arco): Via Concordia

Il paragone con la vicina Neve d'Autunno, salita pochi giorni fa, viene spontaneo. Si tratta di due Vie molto belle e eleganti, con roccia solida su quasi tutti i tiri.
Anche sulla Via Concordia le protezioni sono ottime, i cordini sulle clessidre sono nuovi, spit e chiodi non mancano. Attenzione comunque, non è come in palestra, qualche tratto sprotetto, anche se facile, bisogna farlo e..., muoversi con disinvoltura sul 6b/c non guasta!
Volendo, potrebbe essere utile, un friends medio piccolo.
Rispetto a Neve d'Autunno la Via Concordia presenta maggiore continuità: il primo tiro (placca a buchi) e il sesto (diedro faticoso) sono i più impegnativi.
Provare per credere
Fra qualche giorno, sul sito, foto e relazione.

   
Nome andrea, monica, venzo e c.
Data 01/10/2018 - 13:06:50
Email
Nome Salita Arrampicata: Neve d'Autunno migliorata
Messaggio 30 sett. 2018 Monte Colt (Arco): Via Neve d'Autunno migliorata

La via, aperta da Dario Cabas e Pierangelo Masera nel 2010, viene rivisitata da Heinz Grill e compagni nel 2017.
Il risultato è ottimo, le varianti permettono di evitare completamente rocce instabili e vegetazione: si arrampica sempre in libera su roccia stupenda.
I passi più difficili possono essere agevolmente azzerati, le protezioni (spit, cordini su clessidre e qualche chiodo) non mancano.
Ho dovuto azzerare qualche passo, in questo periodo la forma non è delle migliori... Comunque, in ogni caso, si può sempre riprovare...
Fra qualche giorno, sul sito, foto e relazione

   
Nome bat e compagni
Data 01/10/2018 - 10:57:35
Email
Nome Salita arrampicata: Via Corto Maltese
Messaggio 28 sett. 2018 Falzarego: Col de Limedes - Corto Maltese

E' un po' di tempo che non arrampico, le certezze vengono meno, la sensazione che qualcosa possa andare storto si insinua fra i miei pensieri.
La Via Corto Maltese si divide in due parti: la prima, su placca, presenta difficoltà di tipo sportivo non eccessive, la seconda, più varia, ha caratteristiche di tipo alpinistico.
Le protezioni con spit non mancano, la roccia è da buona a ottima, si arrampica in sicurezza.
Insomma, la Via giusta al momento giusto; dopo qualche tiro l'inquietudine si trasforma in divertimento
Fra qualche giorno, sul sito, foto e relazione.

   
Nome Francesco
Data 18/07/2018 - 15:25:55
Email francesco.cornelio@gmail.com
Nome Salita Ra Gusela - Via Mamma e Papà
Messaggio Il tiro chiave di 6c di sicuro il più bello, ben protetto e con roccia eccezionale.
Nella parte alta della via roccia a tratti marcia e bisogna stare molto attenti a non smuovere sassi (pericoloso se ci sono più cordate). Protezioni lontane negli ultimi tiri.

Per la discesa siamo saliti alla cima, ma purtroppo dal lato sbagliato (quella parte di cima si trova separata dal sentiero da un salto di un paio di metri), abbiamo quindi improvvisato una doppia e siamo scesi di nuovo all'anti-cima (nel frattempo ha iniziato a piovere e grandinare).

Da lì abbiamo deciso di scendere in doppia, purtroppo la discesa in doppia non è attrezzata altrettanto bene come le soste sulla via (cordoni marci che abbiamo integrato e spesso discesa su di un solo spit o chiodi) e soprattutto alto pericolo di caduta sassi.

In generale bella salita, un po' discontinua. La discesa non è ovvia non conoscendola e varrebbe la pena di descriverla meglio e migliorare le soste per le discese in corda doppia.

 

  Record da 1 a 5 su 396

Avanti Ultimo