Scrivi salita  |  Home 

   
Nome Giampiero Dotto
Data 14/09/2017 - 15:19:47
Email giampierodotto@gmail.com
Nome Salita Escursionismo Alta via dei Rondoi
Messaggio Sabato 9 settembre 2017 ho fatto l'alta via dei Rondoi ma in senso antiorario, cominciando quindi dal Cimon dei Furlani per finire con il Tremol.
Per salire il Colombera si può seguire il percorso tradizionale indicato nella relazione nell'altro senso o invece seguire la cresta. Sono entrambi ottimamente segnati in rosso, e il percorso di cresta è attrezzato con una corda fissa. In salita divertente arrampicata tra roccia solida e zolle erbose.
Non ho foto perché il tempo era pessimo.
In Alpago si sono tanti percorsi segnati e poi andati in disuso, come la nord del Dolada o la cresta sud-est del Teverone.
Spero di essere stato utile, buone passeggiate
Giampiero dotto

   
Nome amos e andrea
Data 28/08/2017 - 20:39:08
Email
Nome Salita Piramide Armani: Via Saturno
Messaggio 27/08/2017 Piramide Armani (Vallaccia): Via Saturno
Non è stato un giorno da pecora ! Anche se, per completare Saturno, ci mancavano ancora quattro tiri.
Purtroppo, non conoscendo la parete, dopo l’ottavo tiro abbiamo sbagliato Via.
Ci siamo infilati sulla Via Tre Diedri senza chiodi e martello, con conseguente perdita di un sacco di tempo.
La relazione parlava di una serie di fessure noi, abbiamo preso per buono il diedro fessurato a un paio di metri di distanza da Saturno. Solo successivamente abbiamo visto sulla destra i cordini della nostra Via ma ormai era troppo tardi … Ci siamo dovuti calare.
Preoccupava il tetto del quinto tiro: con una doppia si finiva nel vuoto.
Sarebbe stato facile raggiungere l’ancoraggio successivo ?
Verso la fine dell’ ottavo tiro (quello facile) avevo notato una sosta con molti chiodi e un gambetto di calata. Ho subito pensato : “qui devono esserci delle calate indipendenti altrimenti questa sosta non ha senso.” In effetti , era vero: dall’ottavo tiro con un po’ di doppie attrezzate si arriva agevolmente alla base della parete evitando il tetto. Gli ancoraggi sono tutti sicuri.
Saturno è una Via diversa da quelle che propongo solitamente sul mio sito.
Non ci sono spit lungo i tiri. Le protezioni sono, per quanto possibile, quelle naturali che la roccia permette: cordini su clessidre e qualche chiodo. Solo sulle soste (non tutte) si trovano degli anelli fissati con tasselli da 10mm.
Stupende placconate con buchi caratterizzano la Via, non solo..., fra l'altro bella anche l’uscita dal tetto del quinto tiro.
Arrampicata di gran soddisfazione; difficile: i gradi proposti non sono regalati, psicologica: le protezioni sono spesso lontane.
Attenzione !
Saturno è valutata R3. Significa: difficilmente proteggibile o protetta con protezioni non sempre buone e distanti, lunghi tratti obbligatori. Volo con possibile infortunio ma senza conseguenze letali …
Valutare bene fin dove può arrivare il divertimento !

   
Nome amos e andrea
Data 14/08/2017 - 21:08:15
Email
Nome Salita arrampicata: pordoi plaisir+doctor luis
Messaggio 13/08/2017
Via Pordoi Plaisir + Doctor Luis seconda parte

Giornata fredda, si parte con i soliti dubbi: la parete sarà bagnata ? Dalla macchina, sul Pordoi, si vede la solita cascata che però non è risolutiva. Abbiamoo in mente un progetto ambizioso: salire in cima al Sass pordoi attraverso due Vie: Pordoi Plaisir e Doctor Luis seconda parte. Sono circa 600m di arrampicata su difficoltà sostenute di sesto grado e oltre.
Oggi, è andata bene, a qualche centinaio di metri dall'attacco ogni dubbio viene dissipato: la parete è asciutta. Si sale a tiri alterni, le mani sono fredde in compenso però, le scarpe non fanno male ai piedi. Le stupende placche ben protette di Pordoi Plaisir ci mettono di buon umore (vedi relazione su questo sito).
Ore 14: siamo sulla cengia mediana del Pordoi. Si attraversa con attenzione verso destra per un centinaio di metri fino all'evidente attacco di Doctor Luis.
La Via parte con un bellissimo e impegnativo tiro su pilastro verticale. Poi, la qualità della roccia cambia: sul quarto tiro bisogna salire un diedro obliquo di 7°/7°+ con molta attenzione per la presenza di molti appigli instabili.
Tutto ok, la libera riesce, gli appigli usati erano quelli giusti... Però, le emozioni non sono finite: sul quinto tiro si tratta di percorrere un lungo tratto sprotetti con direzione incerta. Dopo lungha e attenta osservazione (leggi avanti e indietro) riusciamo finalmente a vedere uno spit in alto determinante per la prosecuzione della Via. Arriviamo sul bel muretto di 7°/7°+ e finalmente in sosta.
I tiri successivi sono ben protetti e non presentano particolari difficoltà tranne l'ultimo dove la qualità della roccia peggiora decisamente. Val pena nominare anche la riga di sassi che, nelle cengie più grandi, conduce direttamente alla sosta.
Ore 18 siamo in cima al Pordoi
Complimenti a Roly, Florian e Diego per aver saputo trovare ancora una volta una linea così bella

   
Nome amos e venzo
Data 04/08/2017 - 13:34:12
Email
Nome Salita Arrampicata: Via Fante di Cuori
Messaggio Piccolo Lagazuoi - Via Fante di Cuori
Il gran caldo, contrariamente a quanto si pensava, non ha disturbato più di tanto la salita.
Sulla Via Fante di Cuori si possono fare tre considerazioni:
1) molto bella (placche stupende su roccia sempre ottima)
2) difficile (si arrampica spesso su piccole prese e su strapiombo)
3) protetta in modo impeccabile (spit e soste con catena)

Per cercare di passare in libera e senza resting abbiamo faticato non poco: qualche volta è andata bene, qualche volta no... Anche qui, come in palestra, se la Via non riesce al primo tentativo bisogna insistere e riprovare.

Qualcuno ha cancellato il nome alla base, l'attacco resta comunque evidente (a 4/5m si vede uno spit con cordino).



   
Nome Francesco
Data 17/07/2017 - 12:18:49
Email Francesco-gherlenda@libero.it
Nome Salita Pordoi plaisir arrampicata
Messaggio Avverto che alla partenza del sesto tiro in corrispondenza del passaggio più difficile al momento (16/07/17) manca la piastrina dello spit...bullone da 10mm. Nel caso a dx c'è una piccola clessidra.
Poi bisogna intendersi sul termine"plaisir", a tratti è superprotetta ma a tratti bisogna avere un po' di occhio ad individuare la linea e se non si integra meglio non prenderla troppo alla leggera

 

  Record da 1 a 5 su 386

Avanti Ultimo