Home Climbing World 2011 Rock Master 2012 Rock Junior Arco Daone-Speed Rock 2011 19/09/2019 - 15:07:11
  Under 16 -18 -20 Camp. Italiano 2012  
NEWSPOWER
tel. 0461.829724
cell. 348.1149895
mario.facchini@newspower.it
Rock Junior - CITTA' DI ARCO
25/26 agosto 2012 - TRENTINO -
Lago di Garda
  download COMUNICATI download IMMAGINI  

Comunicato Stampa del 26 agosto 2012

LE “STELLINE” DEL CLIMBING VOLANO ALTO
AD ARCO (TN) ROCK JUNIOR ENTUSIASMANTE


Con le gare lead si è chiuso oggi l’11° Rock Junior di Arco (TN)
Premiati i sei vincitori under 14 della coppa internazionale, due ori all’Italia
Giornata di divertimento in parete con i giocosi Kid’s Rock e Family Rock
Dopo la manifestazione giovanile il Rock Master Festival continua fino al 2 settembre


Rock Master Festival, il presente e il futuro dell’arrampicata al Climbing Stadium di Arco (TN) che brilla ancora della luce dei Campionati del Mondo 2011.
Tra le tante attività è toccato a Rock Junior, la manifestazione giovanile, fare da ouverture alla nove giorni internazionale, in chiusura domenica 2 settembre con lo storico Rock Master.
Da stamane prese, pareti e volumi dello scorso Campionato del Mondo sono stati esclusivamente dedicati alle gesta dei 500 piccoli climbers coinvolti e, soprattutto, dei talenti in erba dell’Under 14 Cup, la coppa cosmopolita che oggi prevedeva la prova lead per i più grandicelli della categoria A di 12-13 anni e la top rope (con corda dall’alto) per le categorie dei più piccoli.
Se il buongiorno si vede dal mattino, l’arrampicata internazionale ha grandi prospettive, e tra le tante stelle nascenti non è passato inosservato il talento altoatesino Filip Schenk, vincitore del Rock Junior 2011 nella categoria B ed oggi autore di una significativa prova nella lead, nell’anno d’esordio in categoria A, sommando anche la vittoria nel boulder e la buona prestazione nella speed di ieri. Al femminile invece dominio lead della slovena Janja Garnbret.

Nella prima via l’altoatesino ha raggiunto il top, così come il vicentino Giorgio Bendazzoli, stamane nella seconda prova i due non sono riusciti ad agguantare la “vetta”, ma sono comunque saliti più in alto di tutti gli avversari, aggiudicandosi così la prima piazza a pari merito.
Sempre nella lead si sono aggiudicati il successo lo statunitense Mirko Caballero (cat. B) e la romana e tricolore U12 Laura Rogora, quest’ultima a pari punti con l’austriaca Sandra Lettner. Caballero e Rogora hanno imitato Schenk dominando pure le altre due discipline.
Tra i più piccini (cat. C) si è fatta notare ancora una volta la giapponesina di nove anni Ai Mori, prima stamattina così come nelle gare di ieri, passata alla storia come prima nipponica a calcare le scene del Rock Junior. È una sicura promessa del futuro. Nella stessa categoria al maschile la prova lead ha visto invece tre vincitori ex-aequo, ovvero i cechi Jan Vopat e Marek Jeliga e lo sloveno Grega Verbuc.

I giovani climbers, provenienti da 17 differenti Paesi, hanno affrontato le competizioni con l’entusiasmo tipico della loro età, ma anche con la concentrazione e la serietà di chi pratica questo sport ai massimi livelli. Con la lead odierna è andata a definirsi anche la classifica combinata, che ha così decretato i vincitori dell’Under 14 Cup internazionale del Rock Junior, ovvero Filip Schenk (ITA) e Janja Garnbret (SLO) nella categoria A, Laura Rogora (ITA) e Mirko Caballero (USA) nella B, Ai Mori (JPN) e Cristian Rapa (ROU) nella C. Tra i piccoli climbers italiani ottimi anche i piazzamenti del modenese Giacomo Ingrami e del vicentino Giorgio Bendazzoli, terzo e quarto rispettivamente nella classifica finale della cat. A, e della piemontese Giorgia Tesio (A), seconda.

Oltre all’Under 14 Cup il futuro dell’arrampicata ha trovato terreno fertile in quel di Arco con gli eventi di contorno, come il giocoso Kid’s Rock, con circa 200 bambini impegnati in attività ludiche e di scoperta del climbing, e il Family Rock con la sfida in parete di 70 coppie formate da un genitore con il proprio figlio, un modo simpatico per vivere insieme la stessa, comune passione.
Cielo a tratti soleggiato e a tratti nuvoloso sopra il Climbing Stadium, con la pioggia a disturbare la premiazione ed il Family Rock, spostato dalle 15 alle 16.

Come sempre irreprensibile l’abile regia della SSD Arrampicata Sportiva Arco per questo Rock Master Festival, che non si ferma certo qui, dopo la positiva due giorni dedicata ai giovani del climbing internazionale gli appuntamenti clou in parete proseguono martedì con un evento rilevante, quello della Paraclimbing Cup, che sarà seguita dalle qualifiche Open di giovedì 30 e venerdì 31 e dall’atteso Rock Master del 1° e 2 settembre, solo per il meglio dell’arrampicata mondiale.
Ieri alle 17 è stato inaugurato il Climbing Village, aperto fino a domenica prossima tutti i giorni dalle 17 alle 24. A sottolineare l’importanza dell’iniziativa gli assessori provinciali Marta Dalmaso e Franco Panizza oltre alle autorità comunali ed il presidente di Ingarda, Marco Benedetti.

Info: www.rockmasterfestival.com

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Classifica Combinata finale:

Categoria A femminile
1 GARNBRET Janja SLO punti 260; 2 TESIO Giorgia ITA 157; 3 GLUSIC Sara SLO 148

Categoria A maschile
1 SCHENK Filip ITA 245; 2 KOTAR Matic SLO 178,5; 3 INGRAMI Giacomo ITA 175

Categoria B femminile
1 ROGORA Laura ITA 290; 2 LETTNER Sandra AUT 220; 3 SCHOIBL Celina AUT 215

Categoria B maschile
1 CABALLERO Mirko USA 300; 2 BUCHER Tim SVI 181; 3 BAK Rafal POL 175

Categoria C femminile
1 MORI Ai JAP 300; 2 RIESING Eszter HUN 186,5; 3 KODRA Dominika SLO 186

Categoria C maschile
1 RAPA Cristian ROU 194; 2 JELIGA Marek CZE 188; 3 VOPAT Jan CZE 185; 3 VERBUC Grega SLO 185

Comunicato Stampa del 25 agosto 2012

ARCO (TN) IN FESTA CON NOVE GIORNI DI CLIMBING
GLI “JUNIOR” HANNO APERTO IL ROCK MASTER FESTIVAL

Inaugurata oggi la prima giornata del Rock Master Festival 2012
In cattedra i 500 piccoli talenti internazionali del Rock Junior
Oggi gare boulder e speed, domani tocca alla lead
Spazio anche al divertimento al Climbing Village


Rock Master Festival, che lo spettacolo abbia inizio.
Oggi Arco (TN) ha alzato il sipario sulla prima edizione del suo Festival, una nove giorni a tutto climbing che da stamattina fino a domenica 2 settembre farà dell’iridato Climbing Stadium e della cittadina dell’Alto Garda trentino la mecca dell’arrampicata internazionale.
Il compito di aprire i giochi è toccato al Rock Junior, la versione giovanile del Rock Master, che ha portato sulle rive del fiume Sarca una pacifica invasione di 500 piccoli appassionati di arrampicata da tutto il mondo, e non è solo un modo di dire. Tra le 17 nazioni rappresentate c’erano anche quelle extraeuropee, come l’Ecuador o gli Stati Uniti, oltre alla novità del Giappone. Tante bandiere e tante lingue differenti, anche tra il pubblico che come sempre ha risposto in massa all’appello della prima giornata di climbing altogardesano, giornata “calda” nel tifo, nello spettacolo in parete, ma anche nella temperatura particolarmente rovente.
Fin dalla prima mattinata un fiume di “ragnetti” in verde (questo il colore delle divise 2012) ha preso d’assalto le pareti degli scorsi Campionati del Mondo, nell’aria c’era clima di festa e divertimento ma anche una bella dose di verve agonistica, perché nella prima giornata di Rock Junior si sono disputate le gare dell’Under 14 Cup, la coppa internazionale che mette a confronto i giovani talenti del settore.

Tra la mattinata ed il pomeriggio gli aspiranti campioni si sono misurati nella velocità (speed) e sui blocchi (boulder), suddivisi in tre categorie a seconda dell’età, A (nati nel 1999/2000), B (nati nel 2001 e nel 2002) e C (nati tra il 2003 e il 2005).
Autentici eredi dei vari Adam Ondra e David Lama, solo per citare un paio degli ex partecipanti illustri al Rock Junior, si sono dimostrati nel boulder soprattutto lo statunitense Mirko Caballero e la campionessa italiana U12 Laura Rogora nella B e, nella A, l’altoatesino Filip Schenk, vincitore dell’Under 14 Cup al Rock Junior 2011, e l’emiliana Giorgia Tesio, seconda ad Arco lo scorso anno, mentre la prova della categoria C si sta svolgendo in serata.
Giacomo Ingrami e Giulia Fossali, in gara nella categoria A dei più grandicelli, nuovamente Laura Rogora e ancora Mirko Caballero (B), la giapponese Ai Mori e l’emiliano Leonardo Fossali (C) si sono invece laureati giovani Bolt della dimensione verticale dominando la prova speed.

Anche domani i piccoli, grandi talenti del Rock Junior saliranno in parete per muoversi tra prese e moschettoni come climbers navigati, il programma prevede domattina le gare lead (dalle 9.00), i cui risultati completeranno la classifica “combinata” insieme ai tasselli delle gare odierne.
Oltre all’ultimo step, che sancirà i nomi dei sei vincitori dell’Under 14 Cup del Rock Junior 2012, domani ci sarà ampio spazio anche per il divertimento puro con gli ormai collaudati eventi di contorno del Rock Junior, ovvero Kid’s Rock (ore 10.00) per aspiranti climbers di ogni livello, e Family Rock (ore 15.00), dove i ragazzi saliranno in parete assieme ai genitori. Con i 200 concorrenti dell’Under 14 Cup, i 200 iscritti al Kid’s Rock e le 70 coppie del Family Rock, saranno in tutto mezzo migliaio gli atleti al di sotto dei 14 anni che domani prenderanno possesso dell’arena iridata di Arco.

Oggi è stato tenuto a battesimo anche il Climbing Village, il punto di ritrovo dopo parete, aperto tutti i giorni dalle 17.00 alle 24.00 ed inaugurato oggi con un aperitivo ed esibizioni di contorno.
Fino al prossimo 2 settembre sarà accessibile anche la Test Area, dove provare le ultime novità dell’attrezzatura outdoor, inoltre ci si potrà divertire con le Experiences, escursioni guidate in falesia, sulle ferrate e sui sentieri di trekking, e con il Vertical Campus pensato appositamente per i bambini.

Info: www.rockmasterfestival.com

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Comunicato Stampa del 21 agosto 2012

ROCK JUNIOR APRE IL FESTIVAL DEL CLIMBING
IN PARETE AD ARCO I CAMPIONI DEL FUTURO


Questo fine settimana apre il Rock Master Festival di Arco (TN)
Sabato 25 e domenica 26 tocca alle promesse del Rock Junior
In lizza giovani da circa 20 nazioni per la rassegna internazionale Under 14 Cup
Spazio ai giochi e al divertimento per sportivi in erba e famiglie

Ad Arco, in Trentino, è di nuovo ora di accendere i riflettori sulla grande arrampicata mondiale.
Dopo la scorsa estate a tinte iridate, al Climbing Stadium di Arco spetta il compito di tenere ancora una volta a battesimo i futuri assi dell’arrampicata, con Rock Junior che questo fine settimana (sabato 25 e domenica 26 agosto) aprirà il Rock Master Festival.
Tra pochi giorni i giovanissimi tra i 5 e i 13 anni saranno chiamati a gareggiare e a divertirsi in parete, in una due giorni sportiva che proporrà competizioni d’alto livello, ma anche sessioni di gioco per avvicinarsi alle pareti divertendosi.
Per le migliori promesse dell’arrampicata mondiale la gara vera e propria sarà l’Under 14 Cup, una sorta di Coppa internazionale con le prove boulder (sei blocchi), la sfida speed e le due prove lead, queste ultime sostituite per i più piccoli da due prove top rope.

L’anno scorso centinaia di piccoli aspiranti campioni si sono misurati sulle pareti iridate di Arco e tra qualche giorno sono attesi tutti i maggiori protagonisti della scorsa stagione, come ad esempio il promettente Tito Claudio Traversa, quinto nella classifica combinata dell’Under 14 Cup.
Sono davvero tanti i giovani talenti prenotati per la due giorni altogardesana, fino ad ora l’elenco dei partecipanti ammonta a 350 climbers in erba da 17 nazioni, ovvero da Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Ecuador, Giappone, Lussemburgo, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia ed Ungheria, oltre ovviamente all’Italia.
Tra i tanti concorrenti chiamati a destreggiarsi in parete questo fine settimana ce ne sono molti altri (circa 170) iscritti a Kid’s Rock, una delle tante attività ludico-sportive offerte dal “campo giochi” di Rock Junior e del Rock Master Festival. Si tratta di una serie di prove di abilità in parete, tra cui anche sfide di velocità e sui blocchi boulder, grazie alle quali anche i meno esperti potranno sperimentare il mondo verticale e scoprire le tecniche base della disciplina.

Ad allietare giovani e famiglie ci penserà pure Family Rock, simpatica rassegna dove la passione per lo sport climbing unirà genitori e figli, per un’avvincente sfida a coppie, 70 in tutto quelle ammesse al via sulle 60 previste dal regolamento e che ha chiuso anzitempo le adesioni.
Tra gare e sfide giocose il Climbing Stadium sarà ancora una volta autentico fulcro dell’arrampicata internazionale, ed il fine settimana in arrivo sarà soltanto l’antipasto della ricca full immersion annunciata da Rock Master Festival che, fino a domenica 2 settembre, offrirà anche la Paraclimbing Cup, la consegna degli Awards ai migliori atleti dell’annata sportiva e soprattutto l’atteso Rock Master, con le specialità lead, boulder e speed, quest’ultima valida anche per la Coppa del Mondo.

Rock Junior farà da antipasto in tutti i sensi, sia a livello di competizioni sia per il ricco programma di contorno. Sabato 25 apre i battenti il Climbing Village, collocato nell’ampio parcheggio a ridosso del Climbing Stadium, vero e proprio punto di ritrovo per il dopo parete. Dalle 17 di sabato si festeggia con l’aperitivo di benvenuto e le esibizioni di parkour e slackline, cui si aggiunge il Cuccagna Climbing per i più piccini. In serata l’arrampicata incontrerà invece lo spettacolo pirotecnico sul Lago di Garda, con un pasta party accompagnato da musica presso il Prato della Lizza al Castello di Arco (ore 20.30), da dove sarà possibile ammirare la Notte di Fiaba.

“Affollato” di impegni anche il programma di domenica, con escursione e ristoro lungo il fiume Sarca (ore 20) e, al Climbing Village, la proiezione del film “Vite tra i Vulcani” (ore 21) e la musica dal vivo dei Lotus Quintet (ore 22).
Sfide in parete e tanto divertimento, quello orchestrato dall’ASD Arrampicata Sportiva Arco si annuncia un fine settimana per tutti i gusti, pronto ad inaugurare nel migliore dei modi la nove giorni del Rock Master Festival 2012.

Info: www.rockmasterfestival.com

PROGRAMMA ROCK JUNIOR

Sabato 25 agosto
ore 10,00 / 17,00 – prove boulder e speed Rock Junior
ore 17,00 / 20,00 – prove lead e top rope Rock Junior

Domenica 26 agosto
ore 09,00 / 12,00 – prove lead e top rope Rock Junior
ore 10,00 / 13,00 – Kid’s Rock
ore 14,00 – premiazione Rock Junior
ore 14,30 / 16,30 – Family Rock
ore 17,00 – premiazione Family Rock e Kid’s Rock

Comunicato Stampa del 9 agosto 2012

ARCO, L’ARRAMPICATA È A 360°
IL CLIMBING DEI GIOVANI È ROCK JUNIOR

- Per i giovanissimi si ripete il classico richiamo del Climbing Stadium di Arco
- Appuntamento internazionale con Rock Junior Under14 Cup
- Per i meno esperti e per i… genitori ci sono Kid’s Rock e Family Rock
- Intanto l’arena dell’arrampicata si prepara per il Rock Master Festival


Rock Master Festival, quest’anno Arco (TN) abbraccia l’arrampicata a 360°. Nel programma del “festival” ce n’è per tutti i gusti, anche per quell’armata giovanile che da undici anni prende d’assalto il Climbing Stadium iridato di Arco.
Sabato 25 e domenica 26 agosto sarà tempo di Rock Junior Under 14 Cup, Kid’s Rock e Family Rock, tre eventi in uno, all’insegna dell’arrampicata giovane per divertirsi e per imparare.

L’arrampicata in Trentino ha radici profonde e la città di Arco in particolare ha un trascorso storico importante, con l’affascinante Rock Master che dal 1987 porta in parete ogni anno i climbers più talentuosi e lo scorso anno si è trasformato in Campionato del Mondo, ma la località dell’Alto Garda trentino ha sempre strizzato l’occhio anche ai giovani arrampicatori.
Quello che viene considerato un vero e proprio festival internazionale dell’arrampicata giovanile a fine agosto celebrerà l’undicesima edizione, una competizione dalla quale sono transitati in passato quasi tutti i futuri campioni dell’arrampicata mondiale.

In quella che sarà l’area “play & climb”, la stessa che il week-end successivo ospiterà il mitico Rock Master, le iniziative proposte dall’SSD Arrampicata Sportiva Arco sotto l’egida dalla FASI (Federazione Arrampicata Sportiva Italiana) saranno ancora una volta allettanti e uniche.
La gara vera e propria dei giovani climbers, la cui determinazione spesso è pari a quella dei grandi talenti internazionali, è riservata agli Under 14 e combina le tre classiche discipline: Boulder, Speed e Lead.

I giovani arrampicatori dovranno affrontare sei problemi boulder, una prova speed e due prove lead (due prove top rope per le categorie inferiori), per chi invece non è pronto ai confronti serrati ci sono due opportunità che coinvolgono anche i genitori.
Gioco e agonismo si fondono nel Kid's Rock, in cui i climbers in erba suddivisi in quattro categorie d'età entrano nel vivo della competizione con prove di abilità e velocità, per conoscere e sperimentare lo sport dell’arrampicata. I grandi si fanno piccini invece nel Family Rock, una gara di velocità a staffetta (massimo 60 coppie), con figli e genitori a passarsi il testimone in parete.
Sarà, come detto, una settimana da non perdere per i climbers, un vero e proprio Rock Master Festival!

Info: www.rockmasterfestival.com

PROGRAMMA ROCK JUNIOR

sabato 25 agosto
ore 10,00 / 17,00 – prove boulder e speed Rock Junior
ore 17,00 / 20,00 – prove lead e top rope Rock Junior

domenica 26 agosto
ore 09,00 / 12,00 – prove lead e top rope Rock Junior
ore 10,00 / 13,00 – Kid’s Rock
ore 14,00 – premiazione Rock Junior
ore 14,30 / 16,30 - Family Rock
ore 17,00 – premiazione Family Rock e Kid’s Rock
NEWSPOWER
tel. 0461.829724
cell. 348.1149895
mario.facchini@newspower.it
Campionato Italiano
Finale Giovanile Under 10,12,14
1-2-3 giugno 2012 - ARCO (TN)
  download COMUNICATI download CLASSIFICHE  

Comunicato Stampa del 3 giugno 2012

ARRAMPICATA MON AMOUR AD ARCO (TN)
SUCCESSO PER I TRICOLORI GIOVANILI UNDER 14,12,10


Schenk, Gollo, Rogora, Pfitscher, Barbieri e Schenk sono i nuovi tricolori
Oltre 200 mini climbers affollano il Climbing Stadium di Arco
Soddisfazione piena anche per gli organizzatori trentini
Ad agosto c’è il Rock Master Festival con i migliori al mondo


Massi, corde, prese e moschettoni. Arco (TN) incorona i nuovi campioni italiani Under 14, 12 e 10 di arrampicata e lo fa con un grande spettacolo, per oltre 200 ragazzi e ragazze di tutta Italia.
Dopo le gare Speed e Lead dei giorni scorsi, oggi al Climbing Stadium sono andate in scena le prove ai massi, Boulder in gergo tecnico, e le prime competizioni a decretare i vincitori di categoria e poi assoluti sono state quelle dei più giovani. Sia gli Under 10 che gli Under 12 hanno affrontato la gara in modalità raduno, e problema dopo problema hanno infiammato l’arena trentina, affollata da tanti genitori, parenti e team manager accorsi da ogni angolo della penisola.

Dopo i due terzi posti nelle altre specialità, oggi l’emiliana Sara Barbieri ha battuto la più diretta avversaria Maria Hofer e si è messa infine al collo la medaglia tricolore più preziosa. Stesso discorso per la romana Laura Rogora che ha primeggiato in tutte e tre le giornate, andando così a bissare il titolo conquistato nel 2011.
Nelle maschili, l’altoatesino Jan Schenk (U10) ha conquistato il titolo, nonostante sia rimasto dietro a Davide Leonardi nella prova odierna di boulder. Per l’Under 12, il parimerito assoluto tra l’altoatesino Christoph Pfitscher e l’emiliano Matteo Baschieri dopo la prova della mattina si è dovuto risolvere con una super finale, che ha incoronato alla fine Pfitscher nuovo campione italiano boulder e assoluto.

Tra i più grandicelli, l’atleta della Val Gardena Filip Schenk ha avuto la meglio sul meranese Lukas Moser nella gara ai massi e, grazie anche alla vittoria nella competizione Lead di ieri, si è messo in bacheca un nuovo titolo italiano, al suo primo anno in categoria U14.
Nella gara femminile la torinese Asja Gollo, pur essendo giunta terza nella prova Boulder, è riuscita a conquistare il titolo italiano assoluto Under 14.

Nelle giornate di ieri e venerdì il Climbing Stadium di Arco ha messo in scena le prove di velocità e difficoltà. Nella Speed categoria U10 Erica Piscopo (Carchidio Strocchi) e Jan Schenk (AVS Meran) sono stati i più abili, mentre per gli U12 i titoli di migliori “ragnetti” sono andati a Laura Rogora (Climbing Side Roma) e Jacopo Stefani (Vertigine 1996 Sassuolo), quest’ultimo vincitore anche nel 2011 del titolo italiano di velocità e assoluto, quando era in categoria U10. Per quanto riguarda gli U14, lo squadrone altoatesino ha piazzato due suoi pupilli in cima ai podi maschile e femminile, vale a dire Annika Egger (AVS Meran) e Moritz Sigmund (AVS Brixen), anche lui campione tricolore lo scorso anno, ma tra gli U12.
Le gare Lead di ieri hanno visto primeggiare ancora la nutrita compagine altoatesina, con tre primi posti su sei. Maria Hofer (AVS Passeirer) e Jan Schenk (AVS Meran) hanno conquistato il titolo U10, mentre Filip Schenk (ASK Gherdëina) si è messo al collo l’oro nella U14, come lo scorso anno quando vinse la U12 sia di specialità che assoluta. La romana Rogora, come accennato, si è portata a casa anche la gara U12 Lead, mentre il titolo Lead maschile U12 è andato al cuneese Tito Claudio Traversa (Posto di Blocco Boves) e alla sua compagna di squadra Giorgia Tesio quello U14.

La tre giorni di Campionato Italiano giovanile è stata organizzata dalla sezione giovanile della FASI, con il supporto operativo e tecnico della SSD Arrampicata Sportiva Arco e dell’ASD Arco Climbing. Il presidente della SSD Arrampicata Sportiva Arco, Albino Marchi, non ha dubbi sulla buona riuscita di questo evento. “Siamo soddisfatti di questo campionato italiano e, tenendo presente che è il primo di un ciclo quadriennale qui ad Arco, cercheremo di migliorarci e avere ancora maggior riscontro il prossimo anno. Crediamo molto in questo progetto che in primo luogo consente alla struttura Climbing Stadium di non rimanere una cattedrale nel deserto, e in secondo luogo assume valenza sportiva e sociale per i ragazzi, oltre che turistica per Arco.”
Conclusa questa parentesi giovanile, Arco guarda ora al Rock Master Festival dal 25 agosto al 2 settembre prossimi, che porterà nell’Alto Garda trentino i top climbers mondiali con quella che è la gara più antica e celebre al mondo, il Rock Master per l’appunto. La nuova formula “festival” prevede anche la tappa di Coppa del Mondo Speed, la U14 Cup, la Paraclimbing Cup e gli eventi Rock Junior. Lo spettacolo sarà grandioso, il Climbing Stadium e Arco già non vedono l’ora.

Info: www.rockmasterfestival.com

Classifiche finali:

Under 10 femminile
1 BARBIERI Sara Vertigine 1996 Sassuolo; 2 HOFER Maria AVS Passeier; 3 PAPETTI Federica Roc Palace Brescia

Under10 maschile
1 SCHENK Jan AVS Meran; 2 LEONARDI Davide El Maneton Schio; 3 MORGANTI Ennio Roc Palace Brescia

Under12 femminile
1 ROGORA Laura Climbing Side Roma; 2 SANIN Jana AVS Meran; 3 MESSNER Jana AVS Brixen

Under12 maschile

1 PFITSCHER Christoph AVS Passeier; 2 KIEM Felix AVS Meran; 3 STEFANI Jacopo Vertigine 1996 Sassuolo

Under14 femminile
1 GOLLO Asja C.U.S. Torino; 2 CALABRESE Elisa Roc Palace Brescia; 3 TESIO Giorgia Posto di Blocco Boves CN

Under14 maschile
1 SCHENK Filip Ask Gherdëina; 2 SIGMUND Moritz AVS Brixen; 3 BENDAZZOLI Giorgio El Maneton Schio